Incontro finale Citizens’ Dialogue

Ultimo incontro del Citizens’Dialogue nella Città di Trieste

Il Centro Europe Direct del Comune di Reggio Calabria ha partecipato con un suo rappresentante all’ultimo incontro in programma del Citizens’Dialogue che si è svolto a Trieste il 16 Settembre u.s. The Citizens’ Dialogue, ( il dialogo coi cittadini ) promosso dalla Commissione Europea in alcune città italiane ha permesso ai cittadini di incontrare autorevoli rappresentanti delle Istituzioni Europee e porgere loro alcune domande riguardo temi che sono centrali nella vita quotidiana dei cittadini europei: ambiente, diritti dei cittadini, crisi, futuro dell’Europa, giovani, occupazione etc.

Un Dialogo con i cittadini al crocevia delle culture europee.

A Trieste, città che si contraddistingue per la sua posizione geografica unica e il miscuglio di culture diverse, si è svolto lo scorso 16 settembre l’ultimo Dialogo con i cittadini in programma per l’Italia. 800 cittadini sia italiani che provenienti dai tre paesi limitrofi Austria, Slovenia e Croazia hanno potuto dialogare con la vicepresidente della Commissione europea Viviane Reding  e il ministro italiano per gli Affari europei Enzo Moavero Milanesi. Diversi partecipanti italiani avevano già preso parte ad uno dei precedenti dialoghi tematici che avevano avuto luogo nel paese con vari commissari europei, in particolare quelli responsabili per l’occupazione, gli affari interni, le imprese e l’industria, l’ambiente e l’Azione per il clima.

“I padri fondatori dell’Europa provenivano tutti da regioni di confine. Conoscevano i danni che le frontiere possono causare. Con un’Europa aperta possiamo superare le ombre del passato e costruire insieme un futuro di bellezza per tutti noi,” ha affermato la vicepresidente Viviane Reding. Il Dialogo con i cittadini di Trieste è stato l’evento culminante di una serie di dibattiti organizzati tra i cittadini e leader europei sui temi politici che stanno a cuore degli italiani. La scelta è caduta su Trieste perché simbolo del principale risultato dell’integrazione europea: il superamento delle frontiere e l’incontro di cittadini di paesi diversi in uno spirito di apertura, tolleranza e rispetto reciproco.
Due cittadini su tre dei quattro Stati membri rappresentati hanno detto chiaramente di aspettarsi un’Europa fondata sulla solidarietà e quasi tre quarti hanno sostenuto di sentirsi maggiormente in grado di far fronte alle sfide della globalizzazione in quanto parte dell’UE. Agli occhi dei cittadini e del governo italiano, questo tipo di Europa richiede un bilancio che fornisca i mezzi per intervenire in  maniera più efficace. Le risorse andrebbero pertanto riorientate: “Desidero un bilancio più attento alle persone”, ha aggiunto Viviane Reding.
Il vicepresidente della Commissione e il ministro hanno evidenziato come per rilanciare la ripresa economica non serva soltanto ricapitalizzare le banche, ma anche garantirne un controllo indipendente a livello federale.
I cittadini che hanno preso la parola hanno osservato come la scuola e i media non diano informazioni sufficienti sull’Europa. Il ministro Moavero Milanesi ha rimarcato la necessità di una maggiore educazione civica sottolienando come “la democrazia abbia bisogno di cittadini attivi”.
Molte delle donne e degli uomini di ogni fascia di età che sono intervenuti nel corso delle due ore del Dialogo hanno espresso chiaramente l’esigenza di ulteriori scambi di questo tipo.
Il Dialogo con i cittadini di Trieste rientra in una serie di 50 dibattiti organizzati in tutti gli Stati membri tra i cittadini e praticamente tutti i membri della Commissione europea e che ha preso il via il 27 settembre 2012 a Cadice, in Spagna.

English :
Trieste, a town formed by its unique geographic location and the blending of different cultures, was the venue of the concluding Citizens’ Dialogue in Italy on 16 September. 800 citizens from Italy and its neighbour countries Austria, Slovenia and Croatia discussed with Commission Vice-President Viviane Reding and Italian EU Affairs Minister Enzo Moavero Milanesi. Many of the Italian participants had before taken part in one of the preceding thematic Dialogues in the country with the EU Commissioners for Employment, Home Affairs, Industry and Entrepreneurship, Environment and Climate Action.

“The Founding Fathers of Europe came all from border regions. They knew about the damage that borders do. With an open Europe we can overcome the shadows of the past and build a future together that brings beauty for everyone,” Vice-President Viviane Reding said. The Trieste Citizens’ Dialogue was the highlight of a series of debates between citizens and leading European politicians about the key political themes for Italians. The choice of Trieste expressed the most important achievement of European integration: the overcoming of borders and the coming together of citizens from different countries in a spirit of openness, tolerance and mutual respect.
2 out of 3 citizens who came from the four Member States represented expressed clearly that they expected a Europe based on solidarity and nearly three quarters felt that they were better prepared as part of the EU than on their own to face the challenges of globalisation. This kind of Europe requires in the eyes of citizens and of the Italian government a budget which provides the means to intervene more effectively. The focus of the budget should however shift: “I want a budget that is more focused on people,” Ms Reding said.
The Commission Vice-President and the Minister highlighted that a central part in the recovery of the economy consists not only in re-capitalising the banks, but also in ensuring their independent control at federal level.
Citizens who took the floor said that they did not feel sufficiently informed about Europe in the schools and by the media. Minister Moavero Milanesi called for more civic education and underlined that “democracy needs active citizens”.
Many women and men of all age groups who spoke during the two hour long Dialogue made clear that there is still a need for exchanges of this kind.
The Citizens’ Dialogue in Trieste was part of a series of 50 debates in all Member States between citizens and practically all Members of the European Commission that started on September 27, 2012 in Cadiz.

http://ec.europa.eu/debate-future-europe/citizens-dialogues/italy/trieste/index_en.htm