Elezioni 2019, il 15 maggio in Parlamento dibattito tra candidati alla presidenza della Commissione Ue

Un importante appuntamento da non perdere in vista delle Elezioni del Parlamento europeo il 26 maggio.
*
Mercoledì 15 maggio, alle ore 21.00, avrà luogo il dibattito tra gli “Spitzenkandidaten”, i candidati alla presidenza della Commissione Ue indicati dai vari partiti politici europei.

Il dibattito sarà trasmesso in eurovisione dai principali canali radiotelevisivi europei.
In Italia, Il dibattito sarà diffuso da Rainews a partire dalle 20.50.
Per il territorio calabrese il dibattito sarà trasmesso da LaC TV e LaC Europa

È possibile rivolgere le proprie domande ai candidati via twitter, attraverso l’hashtag #TellEurope.
Al dibattito sono dedicati i profili @EUDebate (twitter) e @eurovisiondebate (facebook e instagram).

Una serata che offrirà ai 373 milioni di europei chiamati alle urne di conoscere  i diversi protagonisti che ambiscono a dirigerla

Il sistema degli Spitzenkandidaten
Spitzenkandidaten in tedesco significa “candidati-guida”, nel gergo europeo tale espressione si utilizza per indicare i candidati indicati dai partiti europei all’elettorato come prima scelta per la Presidenza della Commissione europea, nel caso in cui risultassero vincitori alle elezioni europee.
Si tratta di un’innovazione recente, la cui prima applicazione si è avuta per le elezioni del 2014, in virtù dei poteri attribuiti al Parlamento europeo dal Trattato di Lisbona, interpretati in modo ampio dagli europarlamentari.

Perchè è importante seguirlo
Da parte dei partiti politici europei indicare un “candidato guida” risponde alla volontà di avvicinarsi agli elettori, nonché di avvicinare loro l’istituzione della Commissione europea, spesso definita come “la più europea delle istituzioni” poiché rappresenta l’interesse generale dell’UE.
*
Indicare preventivamente un candidato alla presidenza vuol dire presentarla ai cittadini prima che essa assuma un simile importante ruolo istituzionale. Inoltre, è un modo di focalizzare l’attenzione su quel candidato, evitando che ne venga scelto un altro.
*
Questo poiché, ai sensi del Trattato di Lisbona, spetta ai rappresentanti dei governi, riuniti nel Consiglio europeo -non ai partiti o al Parlamento europeo- scegliere il presidente della Commissione europea, proponendolo al Parlamento, che ha la facoltà di approvare o meno la personalità designata.

#europedirectitalia
#stavoltavoto